Viaggiare in e-bike

Fino a pochi anni fa, immaginare una vacanza in bicicletta era riservato ad un numero molto esiguo di persone… persone molto sportive e molto allenate.

Con l’evoluzione della tecnologia e l’avvento delle bici elettriche è ora possibile realizzare, e non solo immaginare, una vacanza in bicicletta, percorrendo molte decine di chilometri in autonomia e giungendo alla meta ancora freschi e riposati.

Per questo motivo il cicloturismo in bici elettrica si sta lentamente affermando: una nuova sfida anche per l’Italia, che ha potenzialmente un’attrattiva enorme per i milioni di cicloturisti nordeuropei, affascinati dalla possibilità di pedalare fra le bellezze del rostro Paese e che potrebbero portare un indotto decisamente notevole.

Ma perché viaggiare in bicicletta ?

Perché faticare e sudare, piuttosto che stare comodamente sdraiati sotto ad un ombrellone ?

La prima risposta possibile è «Provateci e capirete da soli il perché…».

Si, perché è difficile spiegare a parole cosa significhi respirare aromi e profumi di sentieri tra i boschi, ammirare albe e tramonti incantati, conoscere paesi, borghi, villaggi, che neppure sapevi esistessero e lasciarti rapire da silenzi sconosciuti, nei quali ritrovare o scoprire pezzettini di te, che non conoscevi.

E’ difficile spiegare il gusto di essere giunti alla meta, avendo la sensazione di essersi guadagnati il “premio” di un pranzo, di una cena, di un pomeriggio in piscina o in una SPA.

E’ difficile spiegare quanto sia piacevole rallentare il ritmo, attraversare il paesaggio lentamente, fermarsi quando e dove si vuole, fare due chiacchiere con il contadino che zappa il campo a fianco della strada, discutere della prossima mossa con i vecchietti che giocano a dama davanti al bar del paese, attendere che una trota abbocchi all’amo del pescatore con cui si condivide un bel praticello sulla riva del lago.

Un viaggio in bicicletta aiuta a ritrovare se stessi, senza dottori e analisti, in modo piacevole e divertente; aiuta a ritrovare una socialità perduta e, soprattutto, a riscoprire il valore del tempo, ad avanzare alla giusta andatura, assaporando a pieno il gusto, l’essenza, del territorio che si sta attraversando, vivendo una sensazione di leggerezza e di libertà.

Non è necessario partire subito per un lungo viaggio, anzi, è preferibile avvicinarsi a questo mondo in modo graduale e gioioso… cominciare con una scampagnata di un giorno, proseguire con un piccolo tour per il fine settimana, fare un passo in più, allungando il week-end… a quel punto sarà naturale desiderare qualcosa di più, cercare l’avventura di una vacanza.

Non è neppure necessario acquistare una e-bike; per rendersi conto di cosa significhi pedalare su una bici elettrica, si potrà cominciare con il noleggiarla, sperimentando così, cosa significhi spostarsi in e-bike, conoscerne meglio le caratteristiche e i segreti e apprezzarne le grandi potenzialità.

Non importa che tu sia uomo o donna, giovane o anziano, sportivo o sedentario… tutti hanno diritto di sognare…