Un viaggio tra arte e natura

Oltre a cucinare ricette mai fatte prima d’ora, allenamenti sui rulli e pulire ogni angolo di casa e della nostra bike, in questo periodo di quarantena in molti hanno ritrovato il tempo per uno degli sport dedicati alla mente più belli di sempre, la lettura.

E così perché non programmare un viaggio che unisca posti meravigliosi come la bellissima Firenze con la vita del “Sommo Poeta” della letteratura Italiana, Dante Alighieri?

 

Un percorso difficile, che parte dalla Stazione di Santa Maria Novella per finire allo scalo ferroviario di Ravenna.

 

Percorreremo strade secondarie a basso traffico di veicoli a motore e attraverseremo 176 km di paesaggi meravigliosi: dagli Appennini toscani fino al mare romagnolo.

 

Pronti?

Si parte!

 

L’itinerario sfrutta i 100 km del Passatore, dedicati alla competizione podistica di ultramaratona, proseguendo sulla ciclovia che costeggia l’argine del fiume Lamone fino ad arrivare al cuore della città di Ravenna.

 

Un percorso complicato, pieno di saliscendi ma che ci ripaga delle meraviglie che caratterizzano i nostri Appennini, della brezza del mare e della bellezza della natura.

 

Lungo il percorso attraverseremo il parco delle foreste Casentiesi, quello della Vena del Gesso e il Parco del delta del Po.

 

Inoltre potremo contare su tre percorsi segnalati che si intersecano sul percorso, quali:

  • La Corolla delle Ginestre, percorso montano ad anello che si trova all’altezza di Brisighella;
  • Il tratto Ravenna-Cervia;
  • Un percorso di carattere internazionale che collega la Stazione di Ravenna fino a Comacchio attraverso le Valli Ravennati.

 

Percorreremo le orme di Dante, nato a Firenze e morto a Ravenna e passeremo nella zona archeologica di Fiesole e attraverso la cittadina medievale di Brisighella.

 

E per la sosta?

Ecco qualche idea!

 

  • Musei di Fiesole, tra un teatro romano e un tempio etrusco, il Museo civico raccoglie bellissime opere d’arte medievali e del primo Rinascimento;
  • Museo Manifattura Chini a Borgo San Lorenzo, che documenta i vari periodi dell’attività della Famiglia nei settori della ceramica e del vetro;
  • Corolla delle Ginestre, un itinerario ad anello di 55 km che porta gli appassionati di mountain bike a cogliere le ricchezze del paesaggio tra profumi e suoni della natura;
  • Brisighella, antico e meraviglioso Borgo Medievale costruito nel XIV secolo come baluardo difensivo;
  • Museo della Ceramica – Faenza, un sito che vanta una tradizione plurisecolare e conosciuto in tutto il mondo.
  • Ecomuseo della civiltà palustre- Villanova di Bagnacavallo, museo dedicato ad attività di ricerca, recupero materiale e tecniche sull’utilizzo delle vegetazioni spontanee delle valli Emiliano Romagnole.

 

Che dire di questo percorso?

Un’ immersione tra natura, arte e letteratura che di certo ci lascerà soddisfatti della scelta!

 

Buona pedalata!