Perché scegliere una e-bike piuttosto dell’automobile e della bici tradizionale?

Ne abbiamo già parlato.

È inevitabile pensare a come cambierà il nostro modo di muoverci dopo questa grande pandemia globale.

Bisognerà pensare diversamente, muoversi diversamente ed è ormai condiviso da tutti che la bicicletta rappresenterà il mezzo ideale per coniugare quanto ci è più prezioso, come la salute e il tempo, con una soluzione smart, alla portata di tutti e ad impatto zero.

 

Detto questo, andiamo a vedere i motivi per cui la bicicletta sarà il mezzo ideale per muoverci, e scopriamo perché una bicicletta a pedalata assistita (e-bike) è meglio dell’automobile ed anche della bicicletta muscolare tradizionale.

 

Innanzi tutto partiamo dalla domanda principale: cos’è un e-bike?

 

L’e-bike, o bicicletta a pedalata assistita (o anche bici elettrica) è una bici dotata di motore elettrico, alimentato da una batteria, che supporta e assiste la forza muscolare del ciclista nella pedalata.

Tutte le e-bike, sono dotate di più livelli di assistenza, dando quindi la possibilità al ciclista di farsi “aiutare” secondo la necessità dettata dai dislivelli da percorrere e dalla stanchezza della gamba.

Le bici elettriche attuali non hanno nulla a che vedere con i primi modelli di dieci anni fa: ad oggi, che si parli di City, di Trekking, di Mountain o di Road e-bike, la tecnologia ed il design hanno prodotto dei mezzi di trasporto leggeri, pratici e di grande bellezza.

 

Ma ora andiamo ad analizzare i motivi per cui una e-bike è una scelta molto più saggia della macchina ed anche della bicicletta tradizionale.

 

Perché rispetta l’ambiente

E superfluo sottolineare come la bicicletta, in generale, rappresenti, in assoluto, il mezzo più ecosostenibile con cui muoversi e di come, invece, l’automobile rappresenti esattamente il contrario, cioè il mezzo più inquinante.

Una e-bike mantiene le stesse caratteristiche di ecosostenibilità di una bici tradizionale, aggiungendo però quel pizzico di divertimento in più e una serie considerevole di vantaggi, che andiamo a vedere insieme…

 

Perché è adatta a tutti, anche a chi non è sportivo…

Una bicicletta a pedalata assistita, a differenza di una bici muscolare, rende possibile il suo utilizzo proprio a tutti:

  • anche a chi non è uno sportivo o non è in perfetta forma fisica e potrà ugualmente ritrovare il gusto, il piacere, la soddisfazione, di coprire distanza mai immaginate e superare dislivelli altrimenti impossibili;
  • anche a persone anziane, che avevano accantonato l’idea di spingere sui pedali per superare un cavalcavia;
  • anche a chi presenta handicapp fisici che renderebbero impossibile spingere con forza sui pedali e riuscirà invece a ricevere dal motore elettrico, quell’assistenza alla pedalata che gli consentirà di muoversi in autonomia;
  • anche a chi è affetto da problemi cardiovascolari, per i quali è bene che misuri con attenzione lo sforzo che compie e quindi possa decidere di farsi assistere nella pedalata, nel momento in cui lo sforzo diventerebbe eccessivo.

 

…. ma anche a chi è sportivo, perché lo renderà più performante

Gli consentirà, infatti, di aumentare le percorrenze e concludere in una giornata, un percorso che non sarebbe stato possibile con una bici tradizionale.

Gli permetterà anche di raggiungere traguardi esaltanti, colmando dislivelli inaffrontabili con una bici muscolare.

Gli concederà, inoltre, la meravigliosa opportunità di restare insieme ad amici più giovani di lui e di vivere il piacere della loro compagnia e dei bei momenti insieme.

Ai più spericolati, permetterà di risalire più velocemente un pendio dal quale poi scendere a perdifiato o, semplicemente, di sentire ancora “l’aria sulla faccia”.

 

Perché fa risparmiare tempo e fatica

Una e-bike facilita tutti gli spostamenti quotidiani per lavoro, per la spesa, per fare shopping, per incontrare gli amici, per fare visita ai genitori; portandoti proprio davanti al luogo dove devi andare, senza cercare parcheggi, senza code e, soprattutto, a differenza di una bici muscolare, senza fatica e senza arrivare alla meta stanco e sudato.

 

Perché mantiene in forma.

Chi l’ha detto che con una bici elettrica non si fa attività fisica?

Il motore della nostra e-bike funziona soltanto se le nostre gambe muovono i pedali, solo che l’intensità dello sforzo lo decidiamo noi, aumentando o riducendo il grado di assistenza fornito dal motore; a seconda di come ci sentiamo. A differenza di una bici muscolare, possiamo rendere il nostro tragitto casa-lavoro , un allenamento tonificante o, piuttosto, un tranquillo trasferimento privo di fatica.

 

Perché fa risparmiare

Stop ad assicurazioni, bolli e carburante.

Una e-bike ha bisogno soltanto di essere ricaricata e, per fare questo, basta una qualunque presa domestica al costo di circa trenta centesimi a ricarica completa.

La sua manutenzione è la stessa che necessità una bicicletta tradizionale: pochi euro all’anno.

 

Molte persone considerano il costo iniziale di una e-bike molto oneroso, rispetto a quello di una bici tradizionale ma in realtà si tratta di prodotti completamente diversi e non confrontabili tra di loro: la bici elettrica è un mezzo altamente tecnologico pensato per sostituire l’automobile, la bici classica nasce invece per evitare di andare a piedi.

 

Perché è l’ideale per il cicloturismo.

Tutti avranno un amico o un conoscente che ha deciso di percorrere in e-bike la Via Francigena o l’Eroica o la Via degli Dei e forse avranno pensato che fosse impazzito. Niente di più sbagliato:  una bici a pedalata assistita consente di scoprire nuove e fantastiche opportunità di svago e di viaggio, permettendo a tutti di affrontare distanze e dislivelli altrimenti impossibili con una bici muscolare.

Una e-bike farà nascere il desiderio di spingersi un po’ più in là, di raggiungere quel luogo che mai si sarebbe pensato di poter raggiungere in bicicletta, sempre a contatto con la natura, sempre in pace con se stessi e, soprattutto mai in affanno e mai con il cuore a mille.