Natura e gastronomia in Emilia Romagna: in bici tra Bologna, Ferrara e Ravenna

Partendo da Bologna che segna il confine ideale tra le due anime della regione, l’Emilia e la Romagna, pedaleremo alla scoperta di quest’ultima. La Romagna è sinonimo di accoglienza, di buon vivere, di feste e di mare. Qui si possono gustare pietanze uniche come la spettacolare piadina con il formaggio Squacquerone, i passatelli in brodo, i maltagliati e bere pregiati vini DOC come il Sangiovese, l’Albana e il Trebbiano. Ma questa terra bonificata nei secoli e rubata alle acque offre anche una grande ricchezza naturalistica. Nelle zone umide a ridosso delle coste e negli antichi boschi nidificano centinaia di specie di uccelli e i fenicotteri rosa sono divenuti ormai stanziali, caratterizzando fortemente il paesaggio. Tanti sono anche i tesori d’arte lungo l’itinerario. Vedrete il centro medievale ancora intatto di Bologna, soprannominata “La Dotta” per la presenza della più antica università del mondo occidentale e “La Grassa” per la tradizione della sua cucina sostanziosa e opulenta. Percorrerete le mura che ancora racchiudono il centro storico di Ferrara e il suo poderoso castello degli Estensi. Rimarrete senza parole di fronte ai meravigliosi mosaici di Ravenna, città che vanta ben otto monumenti iscritti nel patrimonio UNESCO.

Una piacevole pedalata nella natura alla scoperta di una regione laboriosa, ricca e tranquilla dove tutto è lo specchio del saper vivere all’italiana, nella cura del patrimonio storico e artistico e nel gusto per la buona tavola.

 

Km totali 326

1° giorno : Bologna
Arrivo individuale a Bologna. Cena libera, pernottamento in hotel.

2° giorno : Bologna – Ferrara 69 km
Dopo colazione partenza in bicicletta per un bell’itinerario attraverso la più tipica campagna padana tra campi coltivati, canali di bonifica e pioppeti , attraversando diverse cittadine dai centri storici ben conservati. Dopo l’ingresso nel territorio ferrarese, l’itinerario segue uno dei tanti rami del fiume Po, quello di Primano, fino ad incontrare il Po di Volano sotto le mura della città estense. Ferrara è la città delle biciclette, vi consigliamo la visita del centro storico medievale-rinascimentale caratterizzato dall’imponente Castello, dal bellissimo Duomo e dal Palazzo dei Diamanti sede di importanti mostre. Non può mancare poi una passeggiata serale nel Quartiere Ebraico immortalato da Giorgio Bassani nel suo romanzo “Il giardino dei Filzi-Contini”. Cena libera e pernottamento in hotel.

3° giorno : Ferrara – Comacchio 59 km
Dopo colazione si lascia Ferrara contornando le mura della città per immergersi poi nella campagna dove si respira già l’aria del Delta del Po. Seguendo il corso del Po di Volano si raggiunge l’Oasi delle Vallette di Ostellato. Le quattro anse vallive sono un biotopo unico nel territorio, soprattutto per la quantità e la varietà di animali che le popolano: qui sono presenti più di 150 specie di uccelli acquatici. Si arriva poi ben presto a Comacchio una delle più suggestive città del Delta. Dal Ponte degli Sbirri si gode la vista più bella sull’l’Antico Ospedale degli Infermi. Da vedere è l’antica Manifattura dei Marinati, perfettamente ristrutturata e tornata in funzione, dove è possibile visitare la “Sala dei fuochi”, con 12 camini per la cottura allo spiedo delle anguille prima della marinatura. Gustate la cucina locale a base di pesce dove trionfa l’anguilla cucinata in mille modi, il tutto annaffiato dagli ottimi vini D.O.C del Bosco Eliceo. Cena libera e notte in hotel.

4° giorno : Comacchio – Ravenna 44 km
Con la luce della mattina e grazie anche alla numerosa colonia di fenicotteri, le Valli di Comacchio offrono uno spettacolo unico di colori e riflessi. Dopo aver contornato l’ampio bacino si entra in Romagna e si arriva sul mare a Casalborsetti. Si segue la costa attraversando Porto Corsini e Marina di Ravenna per poi tornare verso l’interno per raggiungere Ravenna, la città del mosaico. Sono ben otto gli edifici della città dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco: Basilica di San Vitale, Mausoleo di Galla Placidia, Battistero Neoniano, Cappella di S. Andrea, Battistero degli Ariani, Basilica di S. Apollinare Nuovo, Mausoleo di Teodorico, Basilica di S. Apollinare in Classe. Da visitare anche la Domus dei Tappeti di Pietra, un meraviglioso apparato decorativo pavimentale di un palazzo del VI secolo, scoperto nel 1994. Per quanto riguarda la gola, la piadina romagnola e i passatelli in brodo sono i piatti tipici di Ravenna, da gustare con un buon vino Sangiovese. Cena libera e pernottamento in hotel.

5° giorno : Ravenna – Forlimpopoli 55 km
L’itinerario ritorna verso il mare, nel territorio del Parco Regionale del Delta del Po, attraversando le belle pinete del Lido di Classe fino ad arrivare a Milano Marittima, una delle località balneari più rinomate della Costa Adriatica. Si pedala poi tra campi coltivati a perdita d’occhi, verso l’interno, seguendo il corso del fiume Savio. La meta della giornata è Forlimpopoli città fondata dai romani lungo la via Emilia e frequentata dai pellegrini diretti a Roma in tempi medievali. Forlimpopoli è la città natale del famoso letterato e gastronomo Pellegrino Artusi, padre indiscusso della cucina italiana. Nel complesso monumentale della Chiesa dei Servi si trova Casa Artusi il centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica, dove si può gustare la cucina tradizionale o frequentare i corsi della rinomata Scuola di cucina. Cena libera e pernottamento in hotel.

6° giorno : Forlimpopoli – Imola 51 km (+/-200 m)
Dopo colazione, partenza in bicicletta seguendo la linea ideale della Via Emilia, raggiungendo in breve tempo Forlì. La città merita una visita per il suo patrimonio artistico: la basilica romanica di San Mercuriale con l’imponente campanile del XII sec., il Palazzo Comunale risalente al XIV secolo, la Torre Civica , i quattrocenteschi Palazzo del Podestà e Palazzo Albertini e il complesso museale di San Domenico sede della Pinacoteca e di importanti mostre. Proseguendo sull’asse della Via Emilia si arriva alla città di Faenza, il cui nome è sinonimo internazionale di ceramica – faiance è infatti ancora oggi il nome della maiolica in molte lingue europee. Oltre al Museo della Ceramica, si possono trovare oltre sessanta botteghe dove artigiani e artisti producono oggetti a marchio certificato. La poderosa Rocca Sforzesca duecentesca è sicuramente l’edificio più imponente di Imola, il punto tappa della giornata, famosa per il circuito di formula 1. Cena libera e pernottamento in hotel.

7° giorno : Imola – Bologna 48 km (+200/-150m)
Si pedala su stradine poco trafficate, tra la via Emilia e le colline, attraversando le belle cittadine di Castel San Pietro, Ozzano e San Lazzaro di Savena. Dopo aver toccato i margini del Parco Regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa si arriva in vista di Bologna, la città turrita che nel medioevo contava più di 100 torri. Il suo centro storico, uno dei più grandi e meglio conservato in Europa, ha gioielli come le famose due torri, Piazza Maggiore e i suoi palazzi, la Basilica di San Petronio e il complesso di chiese di Santo Stefano. Bologna è sinonimo di enogastronomia: mortadella, “ragù alla Bolognese”, tortellini, lasagne, tagliatelle, bollito, certosino, sono solo alcuni dei prodotti che l’hanno resa famosa nel mondo insieme alle mitiche sfogline, i cui corsi di cucina sono frequentati da visitatori di ogni continente. Altrettanto noti sono i i vini DOC dei colli bolognesi fra i quali il tipico Pignoletto. Cena libera e pernottamento in hotel.

8° giorno: Bologna
Dopo colazione, termine dei servizi.

Terreno: prevalentemente pianeggiante, solo nelle ultime 2 tappe lievi ondulazioni. Durata media delle tappe da 44 a 69 km al giorno.

Strade: 80% asfaltate, 20% strade sterrate o sentieri

Biciclette: city bike

Partecipanti: minimo 2

Trasporto bagagli:

Consigliato per bambini: dai 12 anni

 

Durata: 8 giorni/7 notti (6 giorni in bicicletta)

Partenze: 2018 tutte le domeniche dal 04/03 al 28/10

Quote individuali  
Quota partecipazione €. 850,00
Suppl. singola €. 210,00
Suppl. nolo bicicletta €. 90,00
Suppl. nolo e-bike €. 220,00

La quota comprende: sistemazione: 1 notte in hotel****, 4 notti hotel***, 2 notti in agriturismo o B&B,  in camera doppia con servizi privati; trattamento di pernottamento e prima colazione; trasporto bagagli; road book e descrizione dettagliata dell’itinerario; App Verde Natura con: traccia del vostro percorso in bici, mappa, punti di interesse, servizi e vostra geolocalizzazione GPS, off line, sul vostro smartphone; assicurazione medico bagaglio 24/24 EuropAssistance .

La quota non comprende: viaggio a/r per Bologna, pasti, bevande, nolo bici, ingressi a castelli, monumenti, degustazioni e tutto ciò che non è specificato alla voce “la quota comprende”.

Aereo: Aeroporto di Bologna, collegato al centro della città da un servizio di bus di linea.

Auto: itinerari programmabili su www.google.it/maps e consultare le norme di viabilità su www.viaggiaresicuri.it .

Treno: stazione di Bologna. Orari su www.trenitalia.com .


richiedi informazioni

Per maggiori informazioni, vieni a trovarci
nel nostro negozio di Modena, in via Amendola, 548.
Telefono: 059 7140432

 

Info generalicondizioniorganizzazione: